Cerca
  • Giuseppe Presicce

IMMAGINI DAL SALENTO: LE VOCI DELLA SERA

E riodo le voci della sera

che dan vita alla strada davanti a casa mia:

il canto del carrettiere

colto dal buio pei sentier della campagna

e l'ultimo sbadiglio

del mulo nella stalla

ansioso di dormire,

il tardivo frinire

di un'indomita cicala,

il festoso abbaiare del mio cane

che scorrazza fra le nostre gambe

a contenderci la palla coi suoi denti.

La voce severa di mia madre

mi richiama dalla via per la cena

interrompendo il fervore dei miei giochi.

Una fetta di pane con il pomodoro

afferrata in tutta fretta...e via!

di nuovo nella strada,

a mescolarmi alla cagnara dei ragazzi

che catturano le lucciole

spiaccicandole al suolo in mille ghirigori

di fatua fosforescenza.

Le famiglie, evadendo dal bollore delle case,

prendon posto alla frescura della sera ,

gli uomini distesi ai marciapiedi,

le donne sedute al limitare.

E i discorsi rimbalzano,

vieppiù sonnolenti,

nei crocchi della strada.

È dolce allora,

seduto a uno sgabello,

poggiare la mia testa sulle gambe di mia madre,

per sentir la leggerezza della mano

scarmigliare lentamente i miei capelli

lasciandomi, così,

sorprendere dal sonno

nel silenzio

della strada.

37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti